Sottrazione Excel, dove e come usarla

Quando ci troviamo davanti migliaia di operazioni da svolgere, diventa dura doverle effettuare una per una, e spesso questo comporta una perdita di tempo non indifferente che va a sottrarre tempo ad altre attività che potrebbero essere più utili. In questi casi l’automazione computerizzata diventa necessaria, e ci consente di svolgere in serie operazioni che altrimenti richiederebbero un uso non indifferente di risorse umane e dunque di costi non indifferenti.

A delineare il percorso dell’automatizzazioni ci sono parecchi programmi e linguaggi di programmazioni, ma spesso non è neanche necessario andare alla ricerca di software complicati, che logicamente dobbiamo imparare ad utilizzare, e che andrebbero ad aggiungere dei costi non indifferenti all’azienda. Si pensi al pacchetto Office ad esempio, un software nato per usi quotidiani, può invece rappresentare un utile strumento per svolgere attività più complesse e macchinose. Molti infatti non sanno che Excel, oltre alle tipiche operazioni che molti conoscono, come la somma dei fogli di calcolo, la sottrazione Excel, la moltiplicazione, il prodotto di celle e di colonne, il poco conosciuto ma utile cerca verticale, dispone di un migliaia di operazioni differenti e di un proprio linguaggio di programmazione, uno dei più evoluti in circolazione: VBA.

Questo linguaggio, discendente dal Visual Basic, è definito come un linguaggio di alto livello, e consente di effettuare operazioni avanzate. Stiamo parlando delle stesse operazioni che si possono compiere con i più famosi linguaggi di programmazione, ad esempio C, C++, Java. Inoltre VBA consente di creare veri e propri programmi su Excel, i quali dispongono di una interfaccia grafica, cioè tutto ciò che riguarda le finestre e i pulsanti tipiche di Windows, cioè gli strumenti che consentono di interagire con l’utente in maniera completamente visuale, senza andare a scomodare la riga di comando.

Oggi analizzeremo una delle importanti funzioni Excel, la funzione sottrazione. Per usare la funzione sottrazione non vanno utilizzate funzioni particolari, ma solo quelle che generalmente conosciamo. Infatti la funzione sottrazione può essere implementata tramite la funzione somma, mettendo come secondo argomento della funzione un operando o una cella Excel con il segno negativo davanti, oppure può essere implementata tramite la il segno meno (-).

In questo caso basterà andare nella barra della formula, scrivere il segno “uguale” e successivamente il riferimento del primo operando (la prima cella ) seguito dal riferimento del secondo operando (la seconda cella che si vuole sottrarre). Come risultato si otterrà un numero che è la sottrazione dei contenuti delle due celle.

Dopo aver implementato la sottrazione per le prime due celle, è possibile implementare la sottrazione per un’intera colonna. Quindi basterà replicare il contenuto della cella per un’intera colonna ( basterà espandere con il cursore del mouse il contenuto della cella verso il basso).

Come si vede facilmente, replicare l’operazione di una cella per altre celle, può essere un’operazione molto vantaggiosa in termini di tempo e di risorse impiegate nelle attività aziendali.